Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

TAR ABRUZZO - L’AQUILA - Sentenza n. 1004 del 08/09/2004
Giurisdizione competente a decidere le controversie circa l’utilizzazione delle graduatorie di concorso

Giurisdizione competente a decidere le controversie circa l’utilizzazione delle graduatorie di concorso

TAR ABRUZZO - L’AQUILA - Sentenza n. 1004 del 08/09/2004

 

 

 

REPUBBLICA ITALIANA

 

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

 

IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER L’ABRUZZO

 

L’AQUILA

 

ha pronunciato la seguente

 

S E N T E N Z A

 

Sul ricorso proposto dalla Sig.ra **** rappresentata e difesa dagli Avv.ti ****, congiuntamente e disgiuntamente, come da mandato a margine del ricorso, con domicilio eletto in ****

 

c o n t r o

 

la Provincia di Teramo, in persona del legale rappresentante, rappresentato e difeso dagli Avv.ti ****, con domicilio eletto presso il loro studio, in ****

 

 per l’annullamento

 

a) della determinazione del Dirigente I Settore n. 426 del 26.04.2004 di indizione di selezione pubblica per titoli ed esami per la copertura di n. 2 posti vacanti di Istruttore Contabile Cat. C, pos. 1; b) della determinazione n. 722 del 16.12.2003 con la quale veniva disattesa la graduatoria approvata con determinazione n. 1196 del 05/12/2002 e deliberata la copertura di n. 2 posti vacanti di Istruttore Contabile Cat C, pos. 1, presso il IV settore, attraverso la indizione di apposita procedura selettiva pubblica;

Visto il ricorso con i relativi allegati;

Visto l’atto di costituzione in giudizio della Provincia di Teramo;

Vista la memoria prodotta dalla parte resistente;

Visti gli atti tutti della causa ;

Relatore alla CC. del 14 Luglio 2004  il Consigliere R. Speca;

Uditi, altresì, i difensori delle parti costituite come da verbale;

Visto l’articolo 9 della L. n. 205 del 21.07.2000 in ordine alla possibilità di provvedere con decisione in forma semplificata.

Ritenuto che dalla parte ricorrente viene in sostanza lamentato il mancato scorrimento, ad opera dell’Ente, della graduatoria già costituita all’esito della precedente procedura concorsuale (nella quale si era collocata, come si  evince dagli atti, al quinto posto degli idonei);

Considerando che viene quindi censurata la violazione di un presunto obbligo della Amministrazione di procedere allo scorrimento della graduatoria per l’assunzione di 2 Istruttori Contabili, Cat C, pos. 1;

tenuto presente che ai sensi dell’articolo 63.1 del D.L.vo  30.03.2001, n. 165, la “materia del pubblico impiego è stata devoluta alla cognizione piena ed esclusiva, del Giudice Ordinario in funzione di Giudice del Lavoro, stante l’intervenuta privatizzazione e contrattualizzazione del rapporto di pubblico impiego, mentre la riserva in via residuale della giurisdizione amministrativa, di cui al comma 4 del citato art. 63, concerne esclusivamente le procedure concorsuali strumentali alla costituzione del rapporto con la Pubblica Amministrazione, ma non riguarda il successivo atto di nomina (CASS. SS UU 29.09.2003, n. 14529);

Atteso che nel caso di specie, la pretesa della ricorrente è diretta alla costituzione di un rapporto di impiego, e quindi a far valere il proprio diritto all’assunzione, e che pertanto questo Giudice deve declinare la propria giurisdizione;

 

P.Q.M.

 

Il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Abruzzo, L’Aquila, dichiara il ricorso inammissibile per difetto di giurisdizione, compensando tra le parti le spese di lite concorrendo giuste ragioni.

La presente sentenza sarà eseguita dalla Amministrazione ed è depositata presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

 

Così deciso in L’Aquila, addì 14 Luglio 2004, nella Camera di Consiglio del Tribunale Amministrativo, con la partecipazione dei Magistrati:

Santo BALBA                                        Presidente

Rolando SPECA                                     Consigliere,Relatore,est.

Maria Luisa DE LEONI                             Consigliere

 

PUBBLICATA MEDIANTE DEPOSITO

IL 08/09/04

 

                                               Il Segretario Generale

                                                (dott. Giuseppe Lattanzio)