Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Indennità di O.P. anche per la Polizia Locale

   SiAPoL   

Sindacato Autonomo Polizia Locale

 

Segreteria GENERALE

20122 Milano – Galleria Unione, 5

tel. 02.877431 fax 02.860319

Internet: www.siapol.it / e-mail: info@siapol.it

________________________________________________________________________________________________________________

 

Indennità di O.P. anche per la Polizia Locale !

A seguito delle numerose segnalazioni pervenute, la scrivente O.S. ha purtroppo constatato che ancora una volta la nostra Categoria rimane al palo nel mancato riconoscimento economico e/o previdenziale di tutte quelle funzioni che ci vengono conferite  da leggi, regolamenti e contratti.

Ci riferiamo all’ ordine pubblico che la Polizia Locale  è chiamata a garantire in numerosi contesti, sebbene con funzioni di ausilio e supporto alla Polizia di Stato, unica avente titolo a gestirlo e controllarlo.

Il tutto è chiaramente regolamentato dalla circolare del Ministero dell’Interno/Dip. della P.S. n.333.A/9807.G.D.1 del 4/5/1993.

 

Ebbene, accade che la Polizia Locale, per esempio a Milano, è chiamata ad operare in tutte le situazioni in essa elencate, ovvero agitazioni o manifestazioni studentesche, agitazioni di maestranze (Alfa di Arese, taxi, produttori agricoli) incontri di calcio (ogni domenica a San Siro e numerosi incontri infrasettimanali Uefa e Champions League), spettacoli teatrali e musicali con notevole afflusso di pubblico (concerti a San Siro, piazza Duomo), situazioni di emergenza per calamità (via Palestro, Linate, Galeazzi, v.le Monza, Pirellone), scioperi, visite con scorta di Capi di Stato, di governo, ministri (all’ordine del giorno), manifestazioni organizzate da movimenti (critical mass) o gruppi estremisti (centri sociali) oppure con presidio e controllo di possibili obiettivi a rischio (ingressi Duomo di Milano).

Per tutti i contesti su citati compete al personale appartenente alle Forze di Polizia, impiegato in servizi operativi esterni espletati in condizione di particolare disagio e rischio, rivolti alla tutela dell’ordine pubblico, la ben nota indennità di ordine pubblico. Tra i beneficiari vi sono indicati, qualora ne sia richiesto il concorso, anche il personale non inquadrato nei Corpi Armati dipendente da Amministrazioni pubbliche (…..testuale: vigili urbani).

Quindi, alla luce dell’attuale situazione, beneficiario a pieno titolo dell’indennità di O.P. è anche il personale dei Corpi di Polizia Municipale e Provinciale.

 

Invitiamo quindi i signori Comandanti e Responsabili dei servizi di P.L. ad attivarsi per la quantificazione e liquidazione delle relative indennità di O.P.  da parte delle Prefetture locali (in riferimento alla circolare Ministero dell’Interno Dip. di P.S. n.333-G/2.3.81 del 24/3/2003) ed i Colleghi tutti a segnalare alla scrivente O.S. ogni eventuale inadempienza.

                                                                                 

   Milano, 25/10/2004                                                                     La Segreteria SIAPOL

 

_______________________

Vigilanza rinforzata a Milano

Libero 10/11/2004

Più agenti, tramite il coinvolgimento della polizia municipale, a presidio della città, e controlli rafforzati ( telecamere) sugli obiettivi sensibili. Queste le misure decise dal comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Milano dopo i 3 attentati esplosivi. « Le rivendicazioni degli attentati sono da valutare con grandissima serietà, ma senza creare allarmi » ha detto il prefetto Bruno Ferrante, in piena sintonia col sindaco Gabriele Albertini.

_________________________________________________________________________________