Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Modifiche alla legge n. 241/90

Roma- In vigore dal prossimo 8 marzo 2005 le modifiche alla legge 241/90

www.governo.it 21/2/2005

E' stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale n. 42 del 21 febbraio 2005 la legge 11 Febbraio 2005, n. 15 "Modifiche ed integrazioni alla legge 7 agosto 1990, n. 241, concernenti norme generali sull'azione amministrativa".

Ricordiamo che la Camera dei Deputati il 26 gennaio 2005 aveva approvato definitivamente - votandola quasi all'unanimità (sì 394 voti, no 7 voti) - la norma che modifica ed integra, a 15 anni di distanza, la legge sulla trasparenza dell'azione amministrativa (legge n. 241 del 7 agosto 1990).

Le modifiche apportate s'innestano sull'impianto già consolidato della normativa del 1990. In generale rafforzano gli strumenti di tutela del cittadino (obbligo di comunicazione per provvedimenti a lui sfavorevoli, il provvedimento amministrativo contrario a sentenze del giudice è nullo e non produce alcun effetto sul cittadino etc) e adattano la normativa alle disposizioni intervenute successivamente (codice sulla privacy, diritto comunitario e riforma del titolo V della Costituzione).

Le nuove norme, dunque, intendono dare un contributo alla modernizzazione della pubblica amministrazione, al miglioramento della sua efficienza, della sua capacità di agire con tempestività, celerità ed, in maniera proficua, per la tutela degli interessi pubblici della comunità.


La legge n. 241 del 1990 è una delle leggi più importanti che siano state varate negli ultimi anni. Questa legge ha introdotto un principio di straordinaria rilevanza culturale, civile e democratica e di valenza giuridico-amministrativa, in quanto pone il rapporto tra la pubblica amministrazione ed il cittadino su un piano di parità e di reciprocità di situazioni giuridiche, di diritti e di doveri, di possibilità di intervento, di obblighi e di responsabilità.


La nuova legge, che trae origine da un precedente disegno di legge presentato e approvato dalla Camera dei deputati nel 2000 (Atto Camera n. 6844 della XIII legislatura) ma successivamente decaduto per la fine della legislatura, è frutto di un lavoro di critica, approfondimento e sistemazione effettuato dalla Commissione per l'esame di iniziative legislative in tema di attività amministrativa e tutela del cittadino, costituita con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 luglio 2001 e presieduta dal Ministro per la funzione pubblica.

 Il testo completo delle modifiche cliccando qui: http://www.siapol.it/sezione.php?d=1197  

_____________________________________________________________________________________________

Tutti i riferimenti normativi sull'azione amministrativa: http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/trasparenza_modifiche_legge/index.html

______________________________________________________________________________________________