Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Firmato l'accordo "Auto assicurata"

rc auto: accordo ania anci ministero attivita’ produttive per aiutare le forze dell’ordine ad individuare chi non e’ assicurato

dal sito www.ania.it 07/07/2005

Un sistema informatico dell’ ANIA che permette ai Comandi dei Vigili Urbani dei comuni italiani, associati all’ANCI, di verificare se un veicolo è assicurato

 

Roma, 7 luglio 2005 - Da oggi, l’ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) mette a disposizione di tutti i Comandi dei Vigili Urbani esistenti negli 8.400 comuni associati all’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) la propria banca dati “targhe assicurate”: in tal modo, in tempo reale e on line, sarà possibile verificare l’effettiva esistenza di una copertura assicurativa per la rc auto.

È questo il frutto dell’accordo siglato oggi da ANIA ed ANCI con il patrocinio del Ministero delle Attività Produttive.

Semplificando le istruttorie che impegnano le Forze dell’Ordine nella ricerca della compagnia di assicurazione dei veicoli coinvolti negli incidenti stradali, si potrà anche meglio contrastare il fenomeno dei pirati della strada, delle polizze false e delle frodi nelle assicurazioni.

“L’accordo siglato oggi” – ha dichiarato Fabio Cerchiai, Presidente dell’ANIA – “vuole essere un altro passo concreto nella collaborazione delle imprese di assicurazione con le Istituzioni, al fine di contrastare il fenomeno della criminalità nella circolazione stradale e proteggere la collettività dai costi indebiti causati dai veicoli non assicurati.

Bisogna fare ogni sforzo per garantire legalità e sicurezza e contenere, nell’interesse degli automobilisti, tutti i costi dei risarcimenti impropri”.

 _________________________________________________________________________________