Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Motorini, da sabato patentino obbligatorio

Da sabato 1° ottobre anche i maggiorenni privi di patente dovranno avere in tasca il patentino per poter condurre i motorini nonché i tricicli e quadricicli a motore. Entra infatti in vigore il comma 1ter dell'art. 116 del codice della strada (per effetto della L.168 del 17/8/2005) ove si prevede che i maggiorenni potranno ottenere il patentino senza sostenere l'esame, presentando però un certificato medico (che attesti che nulla osti all'uso dei motorini) nonché una attestazione di frequenza di un corso formativo presso una autoscuola.

A tal proposito la Fondazione Ania per la sicurezza stradale ha deciso di offrire un corso gratuito di formazione a distanza come supporto alla preparazione dell'esame per il rilascio del certificato di idoneità per la guida dei ciclomotori. Al corso potranno partecipare tutti coloro che diventeranno maggiorenni dopo il 30 settembre 2005 e non ancora in possesso della patente di guida.

Si riporta, per ulteriore completezza, il testo integrale del comma 1-ter dell'art.116 del Codice della strada:

Articolo 116 C.d.S.

Patente, certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e autoveicoli e certificato di idoneità alla guida di ciclomotori.

......omissis......

 

1-ter. A decorrere dal 1° ottobre 2005 l'obbligo di conseguire il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori è esteso a coloro che compiano la maggiore età a partire dalla medesima data e che non siano titolari di patente di guida; coloro che, titolari di patente di guida, hanno avuto la patente sospesa per l’infrazione di cui all’articolo 142, comma 9, mantengono il diritto alla guida del ciclomotore; coloro che al 30 settembre 2005 abbiano compiuto la maggiore età conseguono il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori previa presentazione di domanda al competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri corredata da certificazione medica che attesti il possesso dei requisiti fisici e psichici e dall’attestazione di frequenza ad un corso di formazione presso un’autoscuola, tenuto secondo le disposizioni del decreto di cui all’ultimo periodo del comma 11-bis.

1-quater. I requisiti fisici e psichici richiesti per la guida dei ciclomotori sono quelli prescritti per la patente di categoria A, ivi compresa quella speciale. Fino alla data del 1° gennaio 2008 la certificazione potrà essere limitata all’esistenza di condizioni psico-fisiche di principio non ostative all’uso del ciclomotore, eseguita dal medico di medicina generale.

1-quinquies. Non possono conseguire il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori i conducenti già muniti di patente di guida; i titolari di certificati di idoneità alla guida di ciclomotori sono tenuti a restituirlo ad uno dei competenti uffici del Dipartimento per i trasporti terrestri all'atto del conseguimento di una patente.

____________________________________________________________________________________