Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Sentenza n.5271 del 3/10/2005
Multe in outsourcing. Con riserva

ItaliaOggi  - Giustizia e Società
Numero 247, pag. 29 del 18/10/2005
Autore: di Filippo Bandini

L'affidamento all'esterno del servizio di gestione delle contravvenzioni stradali può essere effettuato dal comune solo a favore dei soggetti iscritti all'albo indicato dall'art. 53 del dlgs 446/1997 (concessionari della riscossione dei tributi locali). E la mancata richiesta di questo requisito comporta l'annullamento dell'intera procedura di gara. Lo ha ribadito il Consiglio di stato, sez. V, Napoli, con la sentenza 3 ottobre 2005, n. 5271. La scelta operata dal comune puntava a ´conferire a un unico soggetto la piena responsabilità dell'intero ciclo operativo e dell'efficacia delle azioni intraprese'. In pratica il comune avrebbe inteso affidare all'esterno gran parte del servizio di gestione delle contravvenzioni al codice stradale ´e più specificamente delle attività finalizzate alla riscossione, nonché la riscossione stessa, con esclusione di quella a mezzo ruolo, e la gestione del contenzioso'. Ma per la partecipazione alla conseguente gara a evidenza pubblica non è stata evidenziata nel bando la necessità dell'iscrizione all'albo previsto dall'art. 53 del dlgs 446/1997. Il Tar, investito della questione, ha quindi annullato l'intera procedura di gara. Contro questa decisione un interessato ha conseguentemente proposto appello al Consiglio di stato che ha confermato l'orientamento del primo giudice. Per la partecipazione alla procedura di affidamento del servizio di gestione delle multe stradali occorre che il richiedente sia specificamente abilitato. Riscossione ed obbligo di versamento, specifica la sentenza, ´costituiscono fasi del procedimento di gestione dell'entrata dell'ente locale in rapporto alle quali massimamente si manifesta l'esigenza del controllo sia preventivo che contestuale all'esercizio dell'attività della capacità tecnica finanziaria e morale dei soggetti terzi di cui l'ente locale intende avvalersi (...). Altri aspetti, sufficientemente rilevanti, per ciò che interessa il presente giudizio, si rinvengono, come ha notato il giudice di primo grado, da un lato nell'oggetto dell'affidamento dall'altro l'obbligo del versamento nei termini delle somme riscosse, che stanno a evidenziare l'inderogabile esigenza che l'affidatario sia in possesso dei requisiti prescritti, e che tale circostanza possa essere verificata in ogni momento incostanza di attività, attraverso le procedure conseguenti all'iscrizione all'albo'.
_______________________________________________________________________________