Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

La malattia del figlio cambia titolo al congedo
Una nota del Ministero del lavoro

ItaliaOggi  - Numero 206, pag. 29 del 31/8/2006 (Carla De Lellis)


La malattia del bambino sospende la fruizione del congedo parentale e l'assenza è convertita in permesso di malattia.

Lo precisa il ministero del lavoro nella nota protocollo n. 3004/2006 a risposta dell'interpello dell'università di Verona che chiede parere sulla possibilità che la malattia del bimbo insorta durante la fruizione del congedo parentale possa interromperne il decorso, consentendo la sostituzione del titolo dell'assenza. La risposta è affermativa, come detto, però con la precisazione che l'evento non ´interrompe' ma ´sospende' il congedo parentale.

Le norme di riferimento (articolo 32 per congedo parentale e 47 per congedo per malattia del dlgs n. 151/2001, il T.u. maternità), spiega il ministero, non pongono divieto di cumulo dei due istituti, dove per cumulo deve intendersi la possibilità di fruire ´non contemporaneamente' sia del congedo parentale sia di quello per malattia del figlio. In conclusione, è possibile sospendere la fruizione del congedo parentale, su domanda del lavoratore interessato, in caso di insorgenza della malattia del bambino, perché ciò che rileva al fine della possibilità di fruire dell'uno o dell'altro istituto è la sussistenza dei requisiti di legge.

(riproduzione riservata, si ringrazia l'Editore per la gentile concessione)

________________________________________________________________________