Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Altre novità sulla strada dal 1 gennaio 2007
Mezzi pesanti,pubblicità abusiva, rottamazione, incentivi, passaggi proprietà

Fonte:  Italia Oggi 2/1/2007 di Stefano  Manzelli

(omissis.....) Ai sensi dell'art. 72 del codice stradale, in sostanza, gli autoveicoli, i rimorchi e i semiarticolati adibiti al trasporto di cose, immatricolati in Italia con massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t e già in circolazione dal 31 dicembre, devono ora essere equipaggiati con strisce posteriori e laterali retroriflettenti. Gli autoveicoli, i rimorchi e i semirimorchi, abilitati al trasporto di cose, di massa complessiva a pieno carico superiore a 7.5 t., immatricolati dopo il 1° gennaio, devono invece essere equipaggiati con dispositivi atti a ridurre la nebulizzazione dell'acqua in caso di precipitazioni. Maggior rigore nel contrasto delle affissioni elettorali abusive con possibilità di utilizzare i proventi derivanti dalle multe per potenziare le assunzioni a tempo determinato dei comuni. Sono queste, infine, le novità introdotte dalla legge finanziaria 2007, n. 296 del 27 dicembre 2006, pubblicata sulla G.U. n. 299 del 27/12/2006 e in vigore dal 1° gennaio. La disciplina delle affissioni era già stata riformulata con la precedente Finanziaria che aveva introdotto ampie deroghe al procedimento sanzionatorio in materia elettorale. Con le modifiche in vigore dal 1° gennaio anche queste affissioni ricadono ora nella disciplina generale del codice della strada con aggravamento delle ipotesi sanzionatorie ed estensione della responsabilità pecuniaria all'obbligato solidale.
_________________________________________________________________________________

Al via gli incentivi per le auto verdi

Fonte: ItaliaOggi  - 2/1/2007 di Stefano Manzelli

Al via gli incentivi per la rottamazione dei mezzi inquinanti previsti definitivamente dalla legge finanziaria. Rincari per i bolli dei veicoli più potenti e inquinanti e nessun aumento della tassazione per i veicoli ecologici. Lo ha evidenziato l'Aci con la circolare n. 20735 del 29 dicembre 2006 con la quale sono state divulgate le prime istruzioni conseguenti all'entrata in vigore della legge 296/2006.

L'acquisto di autovetture ecologiche con rottamazione di un mezzo inquinante, specifica innanzitutto la nota, ammette a un contributo di 800 euro e all'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per almeno due anni. In caso di rottamazione senza acquisto del nuovo, peraltro, l'incentivo è erogabile solo in caso di dismissione di un veicolo immatricolato per il trasporto promiscuo. In pratica si tratta di una ipotesi poco frequente statisticamente.

Più consistenti gli incentivi alla rottamazione di un autocarro euro 0 o euro 1. In questo caso il contributo di 2 mila euro verrà erogato solo a fronte di acquisto di un mezzo non superiore a 3,5 tonnellate. Interessanti anche gli incentivi previsti per l'acquisto di un mezzo omologato dall'origine a doppia alimentazione oppure elettrico o a idrogeno. In questa ipotesi potrà essere erogato un contributo fino a 2 mila € cumulabile con gli incentivi previsti in caso di rottamazione di un mezzo inquinante. In ogni caso, prosegue la circolare, queste agevolazioni sono applicabili a tutti i contratti di acquisto siglati dal 3 ottobre 2006 ovvero dall'entrata in vigore del dl 262/2006.

La rottamazione di motocicli euro 0 a fronte dell'acquisto di moto ecologiche ammetterà infine all'esenzione dal pagamento del bollo per cinque annualità oltre a un contributo economico di 80 €. In ogni caso il rivenditore del nuovo veicolo ha specifici obblighi formali da rispettare. Al momento della prima iscrizione al Pra del veicolo, infatti, il concessionario dovrà allegare una dichiarazione sostitutiva con copia del certificato di rottamazione del mezzo inquinante.

Novità in materia di tasse automobilistiche per autovetture, motocicli e autoveicoli per il trasporto promiscuo. Il nuovo tariffario che può subire variazioni regionali introduce una soprattassa per i veicoli di potenza superiore a 100 kw o 136 cv e la tassazione sarà comunque proporzionata all'impatto ambientale dei veicoli. In pratica, con eccezione per la Liguria e la Toscana, gli aumenti dei bolli riguardano solo le vetture, gli autoveicolo per il trasporto promiscuo e i motocicli. Per le autovetture e i veicoli per il trasporto promiscuo con alimentazione esclusiva o doppia elettrica, a gas metano, a gpl, a idrogeno, a prescindere dalla tipologia di euro, specifica l'Aci, ´restano invariate le tariffe dell'anno 2006, ferme restando eventuali ulteriori agevolazioni già disposte dalle singole regioni. Tale disposizione ha valore per le periodicità decorrenti dal 1° gennaio 2007 sia per i veicoli omologati dal costruttore con tali caratteristiche a decorrere dalla data di immatricolazione, sia per i veicoli sui quali il sistema di doppia alimentazione venga installato successivamente alla immatricolazione a decorrere dalla periodicità successiva alla variazione di alimentazione'. Una particolare riserva riguarda invece l'individuazione dei veicoli che sono stati trasformati o immatricolati come trasporto merci. Nella nuova formulazione normativa, specifica la circolare, ´il legislatore ha disposto che a decorrere dal 3 ottobre 2006, nell'ambito degli autoveicoli di peso complessivo a pieno carico inferiore a 12 tonnellate, i veicoli che, pur immatricolati o reimmatricolati come n1, presentano codice carrozzeria f0 con quattro o più posti ed abbiano un rapporto tra la potenza espressa in kw e la portata del veicolo espressa in tonnellate maggiore o uguale a 180, la tassazione è effettuata in base alla potenza effettiva dei motori, cioè in base ai kw o cv. Stante l'obiettiva difficoltà di individuare in automatico sul ruolo i veicoli con le citate caratteristiche, si esprime riserva di formulare sull'argomento uno specifico quesito alle istituzioni competenti, e di fornire in seguito indicazioni dettagliate'.

Per quanto riguarda l'autentica dei passaggi automobilistici una interessante novità è invece rappresentata dall'allargamento della potestà di certificazione ai dipendenti delle agenzie di consulenza automobilistica. In pratica, oltre ai titolari degli studi, anche i dipendenti espressamente delegati possono ora procedere a questa formalità. Un ultima annotazione riguarda gli ecoincentivi introdotti dalla legge 178/2002. A parere dell'Aci queste disposizioni ´si interpretano nel senso che le esenzioni ivi previste si applicano esclusivamente agli atti di acquisto di autoveicoli le cui richieste di iscrizione al pubblico registro automobilistico siano state presentate entro i sessanta giorni successivi alla data di acquisto, ai sensi degli articoli 93 e 94 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285'.

(riproduzione riservata. Il SiAPoL  ringrazia l'Editore per la gentile concessione)