Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

In otto su una 600. Fermati, insultano il vigile
A Milano cartellino rosso verso chi contnua ad insultarci, a Roma "gossip" sulla nostra professione

Notizie a volte stridenti e contrastanti sulla stampa di questo week-end.

Se a Roma i riflettori sono puntati sulla neo assunta collega e suocera di Totti (speriamo che tanto clamore contribuisca ad una maggiore sensibilità verso le tante difficoltà che ruotano intorno alla nostra professione), a Milano non hanno tregua gli attacchi alla divisa ed alle persone che la indossano. Caparbiamente, riusciamo anche ad ottenere giustizia (da soli) grazie alla querela di parte....

_______________________________________________________________________

dal Corriere della Sera del 3 marzo 2007

«Sei solo un razzista, non sei Superman». L'uomo alla guida urla e insulta. Il vigile comincia a contare: «Uno, due, tre...». Sgrana gli occhi: «Quattro, cinque, sei, sette...». In otto erano. Otto uomini su una Fiat Seicento. Stipati, pressanti. Roba da contorsionisti del circo. Con tenacia s'erano infilati dentro, in pochi secondi si sono volatilizzati, mentre l'agente scriveva il verbale. Tutti tranne uno: il guidatore dell'auto. Che ieri è andato a processo di fronte al giudice di pace di Milano.
È l'unico italiano, 34 anni, residente a Opera. Gli altri passeggeri, all'apparenza, erano tutti sudamericani. La Seicento è stata fermata in via Renato Serra il 20 agosto dell'anno scorso. L'uomo alla guida ha fatto lo sbruffone dicendo di conoscere un deputato, «per cui — rivolgendosi al vigile — è inutile che compili il verbale, tanto me lo faccio levare subito». È stato querelato per minacce e ingiurie contro un pubblico ufficiale.
Ieri ha risolto con un patteggiamento, una transazione economica a favore del vigile. Somma: 2 mila euro per la remissione della querela. La multa dovrà pagarla. Dei passeggeri-contorsionisti non ci sono tracce.