Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Aggredisce con lo spray al peperoncino «Non è un'arma».
Tassista assolto

Corriere della Sera 10/4/2007

Gas o liquido? Nella lite con un automobilista, lo spray al peperoncino in mano al tassista ha sparato gas irritante fuorilegge o aerosol molesto ma consentito? È passata di qui, sulla sottile linea di confine tra quella che per una legislazione claudicante è arma nel primo caso e non nel secondo, la soluzione del processo che ha visto assolvere il tassista, quasi venuto alle mani con un automobilista il 26 settembre 2001 in Porta Lodovica.
Secondo l'automobilista, il tassista lo aveva aggredito con la bomboletta per farlo sloggiare da un posto riservato, secondo il tassista era stato l'altro ad avvicinarglisi minaccioso e lui si era solo difeso con lo spray. Lo strumento utilizzato dal tassista, ha sostenuto l'avvocato Consuelo Bosisio, consiste in un key defender
contenente una miscela di olio estratto dal pepe rosso, liberamente venduta in tutta Europa. Secondo la difesa «lo spray usato dal tassista va distinto dalle bombolette con sostanze irritanti, che rientrano tra le armi proprie. L'olio di peperoncino irrita soltanto e si è dimostrato incapace di produrre danni oltre i 15 minuti». Per questo «non è configurabile alcun reato per la detenzione ed il porto di questi che non sono altro che "strumenti di autosoccorso"». Un'impostazione condivisa dal Tribunale, che, richiamando «l'incertezza legislativa», ha fatto riferimento alla «non irrilevante circostanza della libera vendita di tali congegni» per assolvere il tassista dalle accuse di porto abusivo di armi improprie e di lesioni aggravate dall'uso di un'arma.

lferrarella@corriere.it