Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Luci supplementari senza multa solo se omologate
Circolare mininterno sui dispositivi supplementari utilizzati in curva

Il Viminale ammette i dispositivi in auto

Italia Oggi 5 gennaio 2008 (Filippo Bandini)

L'automobilista che utilizza luci supplementari per illuminare meglio la strada durante l'effettuazione di una curva non può essere sanzionato dalla polizia per utilizzo improprio di luci diverse. Ma occorre che questi dispositivi siano specificamente omologati e rispettino le modalità di funzionamento proprie delle luci d'angolo. Lo ha chiarito il ministero dell'interno con la circolare n. 300/a/1/29115/105/19/1/2 del 18 dicembre 2007. Alcuni modelli di veicoli escono dalla fabbrica già muniti del dispositivo previsto dall'art. 151/1° lett. p-quater del codice stradale ovvero le luci “usate per fornire illuminazione supplementare a quella parte della strada situata in prossimità dell'angolo anteriore del veicolo dal lato presso il quale esso è in procinto di curvare”. Non essendo un sistema molto comune alcuni organi di polizia stradale hanno però sanzionato gli automobilisti per uso improprio dei proiettori fendinebbia. Per chiarire le fondamentali differenze tra i due tipi di illuminazione l'organo di coordinamento dei servizi di polizia stradale ha quindi diramato una specifica istruzione. Le luci d'angolo, specifica la nota ministeriale, sono installazioni facoltative che devono essere omologate su richiesta del costruttore. Il loro funzionamento regolare è però condizionato dall'accensione delle luci del veicolo e da una velocità di marcia non superiore a 40 km/h. In pratica queste luci possono accendersi automaticamente quando viene iniziata una manovra di svolta. Oppure possono essere semplicemente collegate all'indicatore di direzione. E' però evidente, conclude la circolare, che il conducente non può intervenire sul dispositivo per modificarne le condizioni di utilizzo senza incorrere nelle previsioni punitive previste dal codice stradale.

___________________________________________________________________________________