Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Il trasporto dei cani sul veicolo

SE IL TUO FIDO SALE IN MACCHINA

 

Il cane è un essere vivente, dotato di capacità di analisi e di sintesi, che prova  sensazioni di benessere e gioia oppure di disagio e tristezza. Situazioni piacevoli o di vero relax lo rendono euforico, socievole, pieno di vita, non aggressivo. Al contrario situazioni non piacevoli e di forte stress, oltre a potergli procurare vere e proprie malattie psicosomatiche e comportamentali, lo rendono aggressivo, depresso, facile ad appartarsi e a reagire in modo non usuale e atipico. Il portarlo in automobile perciò, trattandosi per il cane di un evento stressante, non può essere considerato un semplice trasporto, ma come per i normali passeggeri umani  deve essere un viaggio organizzato nel migliore dei modi ed effettuato nelle condizioni il più possibile favorevoli al  benessere  sia del  corpo che della mente.

 

LO DICE IL CODICE DELLA STRADA

 

Trasportare liberamente un cane in auto, si può solo se non costituisce impedimento o pericolo per la guida, lo dispone l’art. 169 del Codice della Strada, "Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dall'art.38 del D.P.R. 8 febbraio 1954, n.320, è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno.”

E' consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione Generale della ex M.C.T.C.".

 

ALLA LARGA DAI GUAI

 

Quando si trasporta un solo animale, e si viene fermati dalle Forze dell’Ordine per un controllo, è l’Agente accertatore a  valutare se il passeggero a quattro zampe, può costituire impedimento o pericolo alla giuda.

Nel dubbio, non rischiate, fate montare una rete divisoria e trasportate l’animale nel baule o sul divano.

 

LE REGOLE

 

Se gli animali sono due o più, per essere trasportati in auto, devono essere custoditi in gabbie o contenitori, idonei, oppure nel vano posteriore, diviso da un rete o da sbarre.

 

LE SANZIONI

 

Chi viola questa norma è soggetto ad una sanzione amministrativa pecuniaria di € 74,00 e una decurtazione di un punto dalla patente di guida.

Ricordatevi, se avete istallato una  rete o delle sbarre all’interno dell’abitacolo, dovete aggiornare la carta di circolazione presso il Dipartimento dei Trasporti Terresti; altrimenti violate l’art.78 del Codice della Strada, con una conseguente sanzione amministrativa pecuniaria di € 370,00 e il ritiro della carta di circolazione.

 

ABITUIAMOLO DA PICCOLO

 

L’animale deve essere abituato fin da cucciolo agli spostamenti , ma anche un cane adulto, eventualmente cominciando con brevi giri in città o fuori porta, si abituerà gradatamente ai viaggi più lunghi.

 

ALCUNI CONSIGLI PER IL TRASPORTO


Il posto ideale per viaggiare è il sedile posteriore al lato passeggero, sul quale  il cane deve mantenere la cosiddetta posizione“accucciata”. A tal proposito sin da cucciolo bisogna abituarlo a tale posizione, evitandogli così di alzarsi e fare movimenti che possano creare ostacolo e disturbo a  chi guida, nonché danno allo stesso animale. E’ bene  perciò che durante i primi spostamenti in automobile, ci sia una persona seduta nel posto accanto al cane, in modo che  gli faccia mantenere la posizione con  richiami “alla voce” e lo tranquillizzi accarezzandolo e parlandogli con voce calma e rassicurante. Quando l’animale ha preso cognizione di come comportarsi e che quello è il suo posto in macchina, è bene per un cero periodo, nel sedile posteriore accanto al suo, deporre due cuscini, un pacco, un ostacolo insomma, in modo che il cane rimanga dalla sua parte  e nella sua acquisita posizione. Quando si sarà definitivamente abituato si potrà lasciare il posto sgombro da ostacoli.

 

PER UN BUON VIAGGIO

 

Alcuni cani soffrono di mal d’auto per cui se durante i primi viaggi nell’animale si notassero agitazione,senso di smarrimento e scialorrea (copiosa salivazione) è bene rivolgersi al proprio veterinario, che provvederà a prescrivere i farmaci  necessari per eliminare l’inconveniente. E’ bene non dare da mangiare al cane prima della partenza; durante il viaggio (se particolarmente lungo) si può eventualmente compensare il mancato pasto con brevi spuntini a base di “crocchette”.

Circa ogni due ore è bene interrompere il viaggio per permettere al cane, al pari dei suoi padroni, di effettuare un po’ di movimento, dissetarsi e fare i bisognini. E’ di fondamentale importanza ricordarsi di mettere il guinzaglio prima dell’apertura delle portiere, per evitare eventi imprevisti che possano causare incidenti al cane o provocarne la fuga.

E’ bene ricordarsi di portare sempre una ciotola e una bottiglia di acqua. Particolare attenzione dovrà esser posta affinché durante le soste, il cane non si abbeveri in pozze dove l’acqua è ferma o stagnante, onde evitare la possibile successiva comparsa di malattie infettive o parassitarie.

 

Arch. Michele Bruno ALBAMONTE