Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Codice della strada: giro di vite sui limiti e multe più salate
Ma il ministro Matteoli frena il suo sottosegretario. La Categoria chiede norme chiare e semplificate

In arrivo nuove regole e multe più salate per automobilisti e centauri: a sei anni dall’entrata in vigore della patente a punti, il governo ha ora allo studio una revisione del codice della strada.

"A settembre - fa sapere il sottosegretario alle Infrastrutture, Bartolomeo Giachino con delega alla sicurezza stradale - daremo avvio a un tavolo sul nuovo codice della strada, ci saranno maggiori controlli e norme più severe".

La stretta dovrebbe riguardare innanzitutto limiti di velocità, uso improprio del telefonino, minicar e più severi esami per patente e recupero punti.

Il Giornale 19/8/2008

____________________________________________________________________________

Il dibattito sul tema avviato dal blog di Mauro Tedeschini,direttore del mensile Quattroruote.

Inviate i vostri contributi e suggerimenti per proporre le opportune modifiche al codice della strada.

____________________________________________________________________________

Codice della strada, il ministro Matteoli frena sulle modifiche

Il Governo frena sul Codice della strada. A settembre saranno introdotte delle novità per la sicurezza stradale, ma ancora nulla è stato deciso. Il ministro per le Infrastrutture e i trasporti, Altero Matteoli smentisce oggi, 20 agosto, il sottosegretario Bartolomeo Giachino, e le proposte da questi avanzate ieri. Le sue sono solo delle «opinioni personali che «non coinvolgono il pensiero e la volontà del Ministro».

Parole chiarissime, contenute in una nota del ministero di Porta Pia. «In relazione alle dichiarazioni rilasciate ieri agli organi di stampa dal sottosegretario Giachino - scandisce il comunicato - si precisa che le stesse sono frutto di opinioni personali che non coinvolgono il pensiero e la volontà del Ministro». In particolare, «per nulla condivisibile è, ad esempio, l'ipotesi di un nuovo esame per il rinnovo della patente di guida».Ci saranno delle «nuove misure per migliorare la sicurezza stradale», ma sono ancora tutte da definire. «Come già aveva preannunciato nei giorni scorsi - ricorda la nota - il Ministro Matteoli avvierà a settembre un tavolo di confronto con i soggetti istituzionali, le associazioni interessate ed esperti del settore per proporre al Governo ed al Parlamento». (F.Cocco) Il Sole 24 ore 20/8/2008