Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Spagna/ In arrivo nuove regole sul codice della strada

Un solo avviso da saldare in 15 giorni

Linea dura del governo spagnolo contro i ritardi nei pagamenti delle multe stradali. L'esecutivo di Madrid ha approvato un disegno di legge che definisce nuove severe disposizioni contro quel 40% di automobilisti indisciplinati che in Spagna non paga le contravvenzioni recapitate al proprio domicilio. La prima grande rivoluzione messa in atto dal governo prevede il recapito della multa una sola volta all'indirizzo dell'intestatario del veicolo che ha compiuto un'infrazione, rispetto ai tre avvisi previsti a oggi dal ministero dei trasporti iberico. Non solo. In base alle nuove disposizioni, si avranno 15 giorni di tempo a partire dal ricevimento della contravvenzione a casa per saldare il debito con l'erario ottenendo uno sconto del 40% sull'importo della multa. Attualmente la legge prevede una riduzione del 30% nel caso in cui la contravvenzione venga saldata entro 30 giorni dal recapito della multa. Ma le novità non finiscono qui. Le nuove disposizioni di legge che verranno presentate nei prossimi giorni dal governo al parlamento prevedono anche l'innalzamento degli importi minimi delle contravvenzioni. Per i reati minori, si passerà infatti dagli attuali 90 euro ai 100 euro proposti dall'esecutivo, mentre per fatti più gravi il valore minimo della multa salirà da 91 a 200 e per quelli molto gravi si potrà arrivare fino a 500 euro. A queste tariffe, polizia stradale e vigili urbani potranno applicare una maggiorazione del 30% nel caso in cui accertino l'esistenza di circostanze aggravanti come la creazione di un pericolo potenziale. Per i casi di eccesso di velocità, la sanzione dipenderà invece dal livello di trasgressione rispetto alla velocità massima stabilita per quel tratto di strada.

Italia Oggi 8/12/2008  Gabriele Frontoni (riproduzione riservata, si ringrazia l'Editore per la gentile concessione)