Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Fondo Unico di Giustizia
Versamento di denaro acquisito o sequestrato

Oggetto: Fondo Unico di Giustizia – D.L. 25 giugno 2008, n. 112 convertito con modificazioni, nella legge 6/8/2008 n. 133 e D.L. 16/9 9/2008 n. 143, convertito, con modificazioni, nella legge 13 novembre 2008 n. 181

 
La normativa istitutiva del Fondo Unico Giustizia, ex art. 61, comma 23 del D.L.
112/2008 e art. 2, D.L. 143/2008, ha previsto l’affluenza a tale fondo di tutte le somme di
denaro acquisite o sequestrate mediante intestazione in suo favore di tutti i libretti aperti presso
Poste S.p.A. e presso altri operatori finanziari.
In applicazione di tale normativa e, in particolare, del citato mutamento di intestazione
si comunica che :
1. Le somme di denaro oggetto d’acquisizione o di sequestro dovranno essere versate su
libretto di deposito giudiziario presso gli Uffici di Poste Italiane S.p.A;
2. All’atto del versamento occorrerà specificare all’impiegato dell’Ufficio postale che il
libretto di deposito deve essere intestato a “Fondo Unico Giustizia” Via Andrea
Millevoi, 10 – 00178 Roma – codice fiscale n. 97525160582;
3. Poste Italiane S.p.A. ed i singoli Uffici postali sono informati delle modalità operative per
la predetta intestazione ed hanno ricevuto i dati necessari;
4. Ai sensi dell’art. 150 del Testo Unico delle spese di giustizia, la comunicazione del
provvedimento di restituzione all’avente diritto deve contenere, oltre le avvertenze di
cui al IV comma (…omissis “le somme o valori sequestrati, decorsi tre mesi dalla rituale
comunicazione senza che l’avente diritto abbia provveduto al ritiro, sono devoluti alla
cassa delle ammende”), anche la comunicazione che “per la restituzione deve essere
contattata la società Equitalia presso i seguenti recapiti:
numero di telefono telefono: 06/98958658 98958658;
numero fax: 06/98958820;
indirizzo di posta elettronica: fondounicogiustizia@equitaliagiustizia.it  
 
Osservazioni operative::
Diversamente da quanto avvenuto finora, il libretto di deposito non verrà più intestato
al soggetto indagato, ma al Fondo Unico Giustizia – via Andrea Millevoi, 10 – 00178
Roma – codice fiscale n. 97525160582; evidenti considerazioni di opportunità – non in
contrasto con la presente disposizione – suggeriscono peraltro di inserire l’indicazione
del nominativo del soggetto a carico del quale il sequestro è stato operato nella causale
del libretto di deposito;
 
Alla disposizione di cui al punto 4 consegue altresì che l’originale del libretto di deposito
accompagni (o segua senza ritardo) la c.n.r., restando agli atti presso l’Ufficio di P.G.
la sola fotocopia del medesimo.

aggiornato il  8/4/2009