Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Progressioni verticali
L'ANCI da ragione al SIAPOL sul decreto Brunetta

Progressioni verticali- L’ANCI dà ragione al SIAPOL sul decreto Brunetta.

Come anticipato in una circolare Siapol, del dicembre scorso, indirizzata ai propri dirigenti, anche l’ANCI interpreta il D.Lgs. 150/2009. Con il documento datato 4 febbraio infatti, l’ANCI  afferma che le progressioni verticali sono possibili con le vecchie regole fino a quando gli Enti non avranno adeguato i propri regolamenti interni e, comunque, fino al termine massimo del 31/12/2010.

Il tema è particolarmente sentito dai Colleghi e spesso è stato interpretato in maniera restrittiva dalle Amministrazioni. Nel documento si afferma che tra le disposizioni vigenti che risultano ancora applicabili rientra la programmazione triennale delle assunzioni (nella quale occorre aver previsto le progressioni verticali nel 2010). Inoltre, come spesso affermato dal SIAPOL, non risulta abrogato espressamente l’art.91, 3 comma del D.Lgs. 267/2000 che, per particolari figure professionali, ammette ancora concorsi interni.

 

leggi il documento