Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

I tedeschi non aggirano più le multe
Italia e Olanda notificano il verbale tradotto

Niente più clemenza per le infrazioni al codice della strada commesse dagli automobilisti tedeschi in trasferta europea. Il governo di Berlino ha approvato una norma che rende obbligatorio il pagamento di tutte le multe comminate ai propri cittadini che si trovano a viaggiare all'interno di un altro paese Ue.

La legge diventerà operativa il primo ottobre prossimo, una volta ottenuto il via libera da parte dei due rami del parlamento. In base alle nuove disposizioni, le multe esigibili saranno solamente quelle di importo superiore ai 70 euro, mentre per importi inferiori gli automobilisti teutonici potranno continuare a cavarsela senza pagare. Secondo i documenti preparatori della legge, Italia e Olanda sono i paesi più coinvolti nell'operazione.

Gli automobilisti indisciplinati, in base alla nuova legge, avranno diritto a ricevere il verbale della multa tradotto nella propria lingua, in modo da potersi rendere conto dell'infrazione commessa. L'Automobil Club tedesco (Adac) ha spiegato che attualmente solo le autorità italiane e olandesi spediscono le contravvenzioni tradotte, mentre da Francia e Spagna arrivano nella loro lingua originale. Italia Oggi 8/2/2010