Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Autovelox, regole uniformi in tutta Italia
Sentenza n. 223 del 24 giugno 2010

 

Regole sull'autovelox uniformi su tutto il territorio nazionale. Sono infatti illegittime le norme regionali che non consentono l'uso repressivo di apparecchi di misurazione della velocità o che prevedono distanze particolari fra il cartello di segnalazione e la postazione.

Lo ha stabilito la Corte costituzionale che, con la sentenza n. 223 del 24 giugno 2010, ha dichiarato l'illegittimità della legge della regione Campania 22 luglio 2009, n. 10 (regolamentazione e uso degli apparecchi di misurazione della velocità sulle strade di proprietà regionale). Ciò, hanno precisato i giudici, anche se le disposizioni sono limitate alle strade della regione, in questo caso la Campania. «Nell'assetto delle competenze legislative», si legge in sentenza, «derivante dalla riforma del Titolo V della Parte seconda della Costituzione, attuata nel 2001, la disciplina della circolazione stradale è attribuita alla competenza esclusiva dello stato». Del tutto correttamente, quindi, l'art. 1 del decreto legislativo n. 285 del 1992, recante il Nuovo codice della strada, nell'individuare i principi generali della disciplina, esplicitamente dichiara che «la sicurezza delle persone, nella circolazione stradale, rientra tra le finalità primarie di ordine sociale ed economico perseguite dallo stato».

 

Il giudice delle leggi ha dato dunque ragione alla presidenza del consiglio dei ministri che ha sollevato la questione di legittimità sottolineando in vari punti delle motivazioni che le norme sull'autovelox sono di esclusiva competenza dello stato.

(Debora Alberici - Italia Oggi 25/6/2010)