Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Riforma codice della strada:si alla Camera, ora al Senato
Ritiro patente dopo tre infrazioni gravi

Ora è tutto nelle mani del Senato. Dopo due anni di lavoro parlamentare sembra che le nuove norme sulla sicurezza stradale stiano finalmente per divenire legge e prima del grande esodo di agosto. Il nuovo testo che, in particolare, prevede restrizioni al consumo di alcol per chi guida, il ritiro della patente dopo 3 infrazioni gravi, foglio rosa per i 17enni e targa personale è stato approvato all'unanimità dalla commissione Trasporti della Camera in sede legislativa, ovvero senza dover passare per il voto dell'Aula, e ora va al Senato.

A Palazzo Madama, salvo sorprese, il testo dovrebbe ottenere il via libera definitivo in brevissimo tempo. Sulla celerità dell'iter vigila anche il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, che oltre a esprimere il proprio «compiacimento per il lavoro svolto» auspica di «poter avere per la seconda metà dell'estate la vigenza del nuovo Codice». Il provvedimento, infatti, licenziato una prima volta a luglio 2009 a Montecitorio, ritorna a Palazzo Madama dove fu integrato dai senatori con alcune modifiche poi recepite dalla stessa Camera. Ora, a distanza di un anno, torna a Palazzo Madama si spera per l'ultima volta.

Il testo conferma l'impianto sanzionatorio nei confronti di chi guida in stato di ebbrezza. Per chi ha conseguito la patente da meno di tre anni e per i guidatori professionisti viene introdotta la norma 'zero alcol' che vieta anche un sorso di birra prima di mettersi al volante. Le sanzioni vengono poi aumentate per tutti i guidatori trovati ubriachi al volante. Vietata anche la vendita di alcolici nei locali pubblici dalle tre fino alle sei del mattino, con possibilità di deroga solo per il Ferragosto e Capodanno. I locali, inoltre, dovranno istallare strumenti per rilevare volontariamente il tasso alcolico. Vietato anche la vendita di superalcolici negli autogrill dalle 22 della sera alle sei del mattino. Tra le novità previste dal testo c'è la «guida accompagnata» per i minori che abbiano compiuto 17 anni e siano titolari del patentino in modo da consentire loro di esercitarsi alla guida con l'assistenza di un adulto.

Fa discutere, invece, l'ipotesi di estendere la possibilità di guidare oltre gli 80 anni, anche se solo dopo il superamento di una visita medica. Criticata anche la norma che stabilisce dopo 3 infrazioni gravi il ritiro della patente. Previste nuove norme per le minicar, vere e proprie piccole autovetture omologate come motorini. Vengono decuplicate le sanzioni per chi produce o commercializza minicar che superano i 45 km/h (da 1000 a 4000 euro); per le officine che truccano i motocicli (da 779 a 3119 euro); per chi le guida (da 389 a 1559 euro). Inoltre, diviene obbligatorio l'uso delle cinture. Le innovazioni più interessanti appaiono la targa personale e la riduzione a 90 giorni della notifica per le violazioni del codice della strada, rispetto ai 150 giorni in vigore.(fonte: Ansa 14 luglio 2010)