Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Min.Interno n.07-1997
Accertamenti medico-legali effettuati dalle AA.SS.LL. su richiesta delle Amministrazioni Pubbliche.

CIRCOLARE N.7
Ministero dell’Interno
DIREZIONE GENERALE PER L’AMMINISTRAZIONE GENERALE
E PER GLI AFFARI DEL PERSONALE
Direzione Centrale per il Bilancio
ed i Servizi Generali di Ragioneria

Prot.n.M/17801

Roma lì 8 febbraio 1997

- AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA LORO SEDI
- AL COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
- AL COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
- AL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA VALLE D’AOSTA AOSTA
- AI QUESTORI DELLA REPUBBLICA

e, p.c.:

- AL GABINETTO DELL’ON. MINISTRO SEDE
- ALLA SCUOLA SUPERIORE DELL’AMMINISTRAZIONE DELL’INTERNO SEDE
- AI FUNZIONARI INCARICATI DEL RISCONTRO AMMINISTRATIVO
presso le Prefetture di:
ANCONA - BARI - BOLOGNA - CAGLIARI - CATANZARO - FIRENZE
GENOVA - L’AQUILA - MILANO - NAPOLI (transitoriamente anche per
Potenza) - PALERMO - PERUGIA - ROMA - TORINO - TRENTO
(per il Commissariato del Governo per la Provincia di Trento)
- VENEZIA


OGGETTO: Accertamenti medico-legali effettuati dalle AA.SS.LL. su richiesta delle Amministrazioni Pubbliche.



Com’è noto, a seguito dell’entrata in vigore della nuova normativa che regola il rapporto di lavoro dei pubblici dipendenti - art.21 del C.C.N.L. - ai quali, in caso di assenza fin dal primo giorno, l’Amministrazione è tenuta a richiedere il controllo fiscale alle AA.SS.LL., sono insorte da alcune Aziende Sanitarie Locali richieste di rimborso da parte dell’Amministrazione degli oneri relativi agli accertamenti medico-legali disposti ed effettuati.

Al riguardo il Consiglio di Stato ha più volte sostenuto e da ultimo con parere del 26 ottobre 1994 che le prestazioni per accertamenti medico-legali nei confronti dei dipendenti della Pubblica Amministrazione, debbono rientrare nell’ambito delle competenze del Servizio Nazionale Sanitario, in seno al quale le AA.SS.LL. provvedono all’igiene e medicina del lavoro, con conseguente inesistenza di pretese creditorie nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Tale assunto rappresenta l’orientamento del Ministero della Sanità, nonchè della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica - che nell’affermare il principio della gratuità delle visiste medico-legali effettuate dalle AA.SS.LL., ha precisato che tale principio deve ritenersi applicabile alle amministrazioni il cui personale dipendente risulti assoggettato alla disciplina del rapporto di pubblico impiego.

Sul problema, il Ministero del Tesoro - Ragioneria Generali dello Stato - I.G.F., del Settore pubblico allargato - si è espresso nel senso che le disposizioni contenute nella riforma del sistema sanitario di cui ai Decreti legislativi 30.12.92, n.502 e 7.12.93, n,517, nulla hanno innovato in materia di accertamenti medico-legali dei pubblici dipendenti, ma al contrario detti accertamenti continuano ad essere di istituzionale competenza delle Aziende Sanitarie Locali.

Si ritiene pertanto che le richieste di corrispettivo per l’effettuazione delle visite in questione, sono in contrasto con gli orientamenti espressi dalle Amministrazioni competenti in materia e quindi non debbono essere accolte.

Pregasi assicurare.

IL DIRETTORE GENERALE
(Marino)