Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Cassazione-Sez.IV penale-sentenza n.28779 del 19/7/2011
Sicurezza sul lavoro: responsabilitÓ ampia per datore di lavoro e Rspp

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 28779 del 19 luglio 2011, ha sancito che il datore di lavoro e il responsabile aziendale della prevenzione e protezione (Rspp) sono responsabili non solo per gli obblighi di vigilanza, ma anche del controllo dell’operato degli altri soggetti incaricati, in parte, di obblighi attinenti la sicurezza (preposti).

Nel particolare, la Suprema Corte ha stabilito la responsabilità dell’addetto alla protezione e prevenzione anche se questi era senza potere decisionale e di spesa, in quanto non aveva individuato e segnalato il pericolo; inoltre, datore e responsabile aziendale della protezione sono responsabili anche nel caso in cui il piano operativo di sicurezza (Pos) risulti troppo generico rispetto alla fase nella quale si è verificato l’incidente.

Leggi Estratto della Sentenza