Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Al via elezioni RSU, votano 3 milioni di lavoratori.
Urne aperte dal 5 al 7 marzo 2012

Milano- 5 MAR.2012 - Tre milioni di lavoratori del pubblico impiego al voto da oggi fino al 7 marzo per eleggere le proprie rappresentanze sindacali unitarie. Per la prima volta, diversamente dal passato, quando le votazioni si svolgevano con tempistiche differenziate, tutti i lavoratori potranno recarsi alle urne negli stessi giorni. Saranno coinvolte circa 40 mila amministrazioni, scuole comprese, e oltre 3 milioni di lavoratori. Sono ammessi al voto tutti i lavoratori contrattualizzati della Pubblica amministrazione, che vanno dal personale della scuola (sia insegnanti che amministrativi) ai dipendenti dei ministeri, dai dipendenti degli enti parastatali a quelli degli Enti locali, fino al personale contrattualizzato delle Università, degli enti di ricerca e dei conservatori musicali.

Lo scrutinio inizierà l'8 marzo e, dopo l'affissione dei risultati (dall'8 al 15 marzo), tra il 16 e il 21 marzo le amministrazioni invieranno il verbale elettorale finale all'Aran (l'agenzia per la rappresentanza negoziale delle P.A.).

Il rinnovo delle Rsu è previsto dall'intesa raggiunta nell'aprile scorso all'Aran con un protocollo siglato unitariamente da Cgil, Cisl e Uil (oltre che da Cisal, Confsal, Cgu, Cse e Usae: non hanno firmato solo le Rdb Cub).

L'intesa fissa, in particolare, il calendario delle votazioni indicando una clausola di garanzia: il protocollo prevede infatti un percorso teso a modificare gli accordi quadro sul regolamento Rsu e la definizione dei nuovi comparti di contrattazione (da 12 a 4) secondo la legge Brunetta. Nelle precedenti elezioni le adesioni ai sindacati confederali sono state mediamente oltre l'80%, e il resto ai sindacati autonomi.