Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

PERMESSI INVALIDI- Nuove regole

PERMESSI INVALI A DURATA LUNGA

Al nuovo contrassegno per il parcheggio dei disabili rilasciato su modello europeo si applica la regola della scadenza allineata al giorno del compleanno del titolare. Purché si tratti di autorizzazioni permanenti, aventi validità pluriennale. Lo ha chiarito il Dipartimento per la funzione pubblica con il parere del 5 marzo 2013. L'allineamento della scadenza di tutti i documenti di identità e di riconoscimento alla data di nascita del titolare è una novità recente, introdotta dall'art. 7 del dl 5/2012, convertito nella legge 35/2012.

Dopo un primo periodo di incertezza a questa curiosa disposizione si è allineata anche la Motorizzazione che ora rilascia le patenti normali con scadenza allineata al giorno del compleanno. Mentre nessuno si è ancora preoccupato di attivare o perlomeno richiedere questa semplificazione anche in materia di patenti nautiche, un comando di polizia locale ha richiesto chiarimenti in materia di contrassegni invalidi. I nuovi permessi blu, conformi alle disposizioni comunitarie ed in vigore dallo scorso anno grazie al dpr 151/2012, specifica la nota della polizia locale, devono necessariamente qualificarsi come documenti di riconoscimento ai sensi dell'art. 1 del dpr 445/2000.

In virtù di questa classificazione a parere dei vigili anche a questi contrassegni che hanno validità 5 anni deve applicarsi la rivoluzione copernicana della scadenza allineata alla data di compleanno del titolare. La Funzione pubblica ha confermato questa interpretazione, perlomeno in riferimento ai contrassegni permanenti, ovvero con scadenza quinquennale. Specifica infatti la nota centrale che sono condivisibili le motivazioni che portano a ritenere il contrassegno invalidi come «un documento di riconoscimento ai sensi dell'art. 1, lett. c) del dpr n. 445/2000.

Detto contrassegno, si sensi della normativa vigente, è rilasciato da una pubblica amministrazione italiana su supporto cartaceo, è strettamente personale, riporta nome e cognome del titolare ed è munito di fotografia e firma». In buona sostanza anche a questi documenti si applica quindi l'allineamento della scadenza al compleanno del titolare previsto dal dl 5/2012.

da "Italia Oggi" del 13/3/2013

di Stefano Manzelli

Ringraziamo per la gentile concessione il quotidiano "Italia Oggi"