Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Sentenza 047/2013
Mansioni superiori - modalitÓ assegnazione

Indebito arricchimento e possibilitÓ di retribuzione

Non è configurabile l'azione di indebito arricchimento prevista dall'art. 2041 c. c. nel caso di svolgimento di fatto di mansioni superiori da parte del pubblico dipendente, atteso che, mentre l'azione de qua postula, quale indefettibile presupposto, un'effettiva diminuzione patrimoniale sofferta in conseguenza dei fatti dedotti a sostegno della pretesa, nel caso considerato il dipendente non sopporta alcun depauperamento che lo legittimi all'esercizio dell'azione ex art. 2041, c.c.

Consiglio di Stato (massima)

La corresponsione della retribuzione per lo svolgimento di funzioni superiori può essere disposta solo per incarichi attribuiti relativamente a posti di responsabili delle massime strutture organizzative

Consiglio di Stato (sentenza)

 

Altri commenti sull’argomento nell'area riservata