Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Intestazione temporanea di veicoli

A decorrere dal 3.11.2014 è obbligatorio comunicare agli Uffici della Motorizzazione Civile o agli studi di consulenza automobilistica appositamente autorizzati i dati degli intestatari temporanei dei veicoli e cioè dei soggetti (diversi dall'intestatario della carta di circolazione) che hanno la disponibilità del veicolo per più di 30 giorni naturali e consecutivi.
La comunicazione dei dati dell'intestatario temporaneo è obbligatoria per tutti gli atti posti in essere dal 3.11.2014 (quindi, determinati o stipulati da tale data) mentre è facoltativa per gli atti posti in essere tra il 7.12.2012 e il 2.11.2014.
La predetta comunicazione deve essere effettuata entro 30 giorni naturali e consecutivi calcolati dalla data dell'atto; spetta all'utilizzatore del veicolo ma può essere effettuata anche dal proprietario, dal locatore (nel caso del noleggio senza conducente), dall'acquirente, dal locatario (nel caso del leasing), ecc. su delega dell'utilizzatore (colui che dispone del veicolo per più di 30 giorni).
L'Ufficio della Motorizzazione, dopo aver aggiornato l'Archivio Nazionale dei Veicoli (ANV) provvede al rilascio di un tagliando da apporre sulla carta di circolazione oppure di un attestazione di avvenuta annotazione nel ANV (Archivio nazionale dei veicoli) a seconda del caso.
La nuova procedura riguarda autoveicoli, motoveicoli e rimorchi (compresi quelli inferiori a 3,5 t) utilizzati da soggetti diversi dall'intestatario che hanno la temporanea disponibilità del veicolo (per periodi superiori a 30 giorni) a titolo di comodato, comodato di veicoli aziendali, custodia giudiziale con facoltà d'uso, locazione senza conducente, locazione senza conducente da destinare ai servizi di Polizia Stradale con targa "Polizia Locale", di erede nel caso di persone decedute, ecc.
Non si applica, al momento, ai veicoli in disponibilità di soggetti che effettuano attività di autotrasporto sulla base di iscrizione al REN o all'albo degli autotrasportatori, muniti di licenza per il trasporto di cose in conto proprio o di autorizzazione al trasporto di persone mediante autobus in uso proprio o mediante autovetture in uso terzi (taxi e noleggio con conducente); per tali veicoli verranno emanate apposite disposizioni.
Deve essere effettuata specifica comunicazione entro 30 giorni naturali e consecutivi dalla data dell'atto di variazione dei dati dell'intestatario che da luogo all'emissione di un tagliando di aggiornamento da apporre sulla carta di circolazione anche nel caso di:
- variazione della denominazione dell'ente intestatario nel caso di mutamento della denominazione o della ragione sociale del soggetto giuridico intestatario della carta di circolazione che non diano luogo alla creazione di un nuovo soggetto giuridico distinto da quello originario e che non necessitino di annotazione nel PRA;
- variazione delle generalità della persona fisica intestataria del veicolo (nome, cognome, data di nascita, luogo di nascita, luogo di residenza) per provvedimenti dell'autorità giudiziaria o degli uffici anagrafici oppure per variazioni toponomastiche; tuttavia, nel caso di variazioni toponomastiche che interessano intere popolazioni, il CED provvede d'ufficio all'aggiornamento su comunicazione dell'Ente locale interessato.
(v. circolare 10.7.2014, n. 15513 e circolare 27.10.2014, n. 23743. Modificato per revisione generale)

maggiore approfondimento sul sito www.egaf.it che ringraziamo per la gentile concessione

note a cura dell'Ing.Emanuele Biagetti