Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

TELELASER
Nulla la multa se manca il doppio segnale di avviso su strada a 2 corsie

In una carreggiata a due corsie è nulla la multa effettuata con il telelaser se manca il doppio segnale su entrambi i lati della strada. Il conducente, infatti, deve essere preventivamente informato circa la presenza delle postazioni di rilevamento elettronico della velocità, anche se sta effettuando il sorpasso ad un altro veicolo.
Sono necessari, pertanto, due cartelli posizionati l'uno a destra e l'altro a sinistra, oppure il verbale della contravvenzione sarà passabile di annullamento.

Lo ha stabilito la sezione civile del Tribunale di Trento (giudice Beghini) nella sentenza n. 856/15 pronunciata sul ricorso di un automobilista condannato al pagamento di un'ammenda da 822 euro, nonchè alla detrazione di 10 punti dalla patente di guida.

Il conducente era stato beccato dalla polizia stradale mentre sfrecciava sulla Statale del Brennero a 179 km/h, ben oltre, dunque, il limite consentito.

Il telelaser consente di rilevare i trasgressori circa 500 metri prima del posto di blocco, pertanto gli agenti di pattuglia avevano immediatamente fermato e multato l'uomo alla guida di un'Audi A3, con contestuale sospensione della patente.

Ciononostante, l'automobilista ottiene un'importante pronuncia dal Tribunale di Trento, volta all'annullamento della maximulta e delle correlate sanzioni.
Nelle osservazioni sul verbale, l'uomo aveva evidenziato che il segnale riguardante i controlli di velocità era presente unicamente nella corsia di destra e non su quella di sinistra sulla quale stava procedendo la sua autovettura, impegnata in un sorpasso, con conseguenza che il cartello veniva coperto dal veicolo sorpassato.

Ed è proprio su questo assunto, confermato da una foto prodotta dal Comune, che il giudice di merito giustifica le ragioni dell'automobilista.
Il comma 6 bis dell'art. 142 del Codice della strada (introdotto con il decreto legge 117/07) richiede che le posizioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili ricorrendo all'impiego di cartelli o dispositivi di segnalazione luminosi, questo per evitare le cosiddette "imboscate" a danno degli automobilisti.
Il cartello deve essere visibile a tutti i guidatori, quindi, nel caso di carreggiata a doppia corsia, sia da chi viaggia sulla destra che per gli automobilisti impegnati nella corsia di sorpasso.

Le immagini prodotte in giudizio dimostrano che questo non è avvenuto nel caso di specie, poichè il cartello di segnalazione era posizionato solo sull'arteria laterale destra.
Per il giudice "trattandosi di carreggiata a doppia corsia, i cartelli dovevano essere due, precisamente uno a destra e un altro a sinistra della stesa carreggiata, in quanto un automobilista in fase di sorpasso" come il ricorrente "non sarebbe stato in grado di vedere il cartello posto sulla destra della carreggiata essendo coperto dal veicolo sorpassato".
Ragione piena all'automobilista che ottiene l'annullamento del provvedimento.

da: studiocataldi.it-Lucia Izzo -