Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

SCIOPERO della POLIZIA LOCALE d'ITALIA

SCIOPERO NAZIONALE POLIZIA LOCALE D'ITALIA

  

 

Chianciano Terme, 20 febbraio 2016

  

 

Oltre 150 delegati sindacali delle Regioni e delle Province dItalia del Dipartimento Polizia

 

Locale CSA riuniti al Consiglio Nazionale a Chianciano Terme nei giorni 18-19-20 febbraio

 

2016 hanno deliberato lo SCIOPERO NAZIONALE dei 60.000 Agenti ed Ufficiali della Polizia

 

Locale dItalia per il giorno 13 Maggio 2016 con manifestazione nazionale a Roma. La vertenza con il Governo si è accentuata:

- dopo l’esclusione della Polizia Locale dalla erogazione degli 80 euro riservati invece alle Forze di Polizia Statali;

- dalla cancellazione della causa di servizio, equo indennizzo e pensione privilegiata;

 

-dalla mancata parificazione salariale previdenziale e contrattuale alle altre Polizie dello Stato.

 

La lista degli oltre 100 caduti durante lo svolgimento del servizio, mai riconosciuti dallo Stato, si è allungata con la tragica scomparsa il 19/02/2016 dellAgente di Polizia Locale Sara Gambaro

di Novara. Questi morti rimarranno sulla coscienza dei governanti di ieri e di oggi !

 

Il consiglio Nazionale ha concluso i lavori prendendo atto del tentativo di conciliazione con il Governo tenutosi presso il Ministero del Lavoro in data 19/02/2016 che ha dato esito negativo alle sopracitate rivendicazioni della categoria.

 

 

UFFICIO STAMPA - Dipartimento Polizia Locale CSA

 

leggi l'ordine del giorno

 

leggi la risposta della Ragioneria Generale dello Stato sul diniego degli 80 euro alla P.L.