Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

UN’ALTRA DISCRIMINAZIONE PER GLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA LOCALE
modificato il decreto Min.Salute del 28/4/1998

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ stato modificato il decreto del Ministro della sanità 28 aprile 1998 concernente “Requisiti psicofisici minimi per il rilascio ed il rinnovo dell’autorizzazione al porto di fucile per uso di caccia e al porto d’armi per uso difesa personale. La modifica consente a tutto il personale in servizio attivo nelle Forze di polizia di cui alla legge n.121/1981 di dimostrare l’ìdoneità psicofisica mediante un attestato di servizio rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza.

Invece coloro che sono in servizio nella P.L.pur prestando servizio armati  dovranno continuare a pagare i certificati medici per il rilascio e/o rinnovo del porto d’armi, sia per uso caccia, tiro a volo o difesa personale.

Gli appartenenti alle “altre” forze di polizia invece no!! A loro basterà un semplice attestato di permanenza in servizio.

Questo è sancito in un decreto del Ministro Lorenzin firmato il 5 Aprile scorso, che modifica il vecchio decreto del 1998 e che è in fase di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.

L’ennesima discriminazione per la Polizia Locale!