Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

PETIZIONE AL PARLAMENTO EUROPEO
Il Dipartimento Polizia Locale del CSA consegna una petizione alla UE

 

REGIONI AUTONOMIE LOCALI

DIPARTIMENTO POLIZIA LOCALE

COORDINAMENTO NAZIONALE 

Via Prospero Alpino, 69 – 00154 Roma

Tel. 06 58.18.638 - Fax 06 58.94.847 - infospol@ospol.it

PETIZIONE EU POLIZIA LOCALE CONSEGNATA AL VICE PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO ANTONIO TAJANI: SIA RICONOSCIUTA FORZA DI POLIZIA A TUTTI GLI EFFETTI

24.000 pattuglie della Polizia Locale nel contrasto alla criminalità e al terrorismo. Il contesto emergenziale in cui versa, in questo momento, l’intero paese, impegnato a contrastare la minaccia del terrorismo internazionale, ha portato il Dipartimento Polizia Locale CSA ad inoltrare una petizione al Parlamento europeo che, inquadrando la condizione attuale della Polizia Locale in Italia, propone la stessa come Forza di Polizia essenziale nella lotta alla criminalità e al terrorismo, proprio per la sua vicinanza al cittadino ed al territorio.

In Francia, all’indomani degli attentati di Parigi, gli agenti della Polizia Locale sono stati armati alle pari delle altre Polizie per la sicurezza della collettività. Quindi, sarebbe logico, pensare che le 24.000 pattuglie della Polizia Locale italiana, potrebbero essere schierate, giornalmente, sul territorio nazionale come una Forza pubblica straordinaria nella raccolta di informazioni utili al monitoraggio dei movimenti di individui sospetti, pericolosi per l’incolumità della cittadinanza.

Il Governo Renzi continua ad ignorare l’altissima importanza di questi 60.000 agenti ed ufficiali della Polizia Locale, dislocati in tutti gli 8.000 Comuni d’Italia, attualmente preposti H24 alla lotta contro la criminalità anche se sprovvisti di STATUS di Polizia e di tutele fisiche, differentemente dalle Polizie civili del Paese, con un grave danno agli stessi agenti di PS e PG della Polizia Locale d’Italia e con evidente spreco di risorse umane, professionali e strumentali a danno dell’intera collettività nazionale.

La PETIZIONE ha raccolto le rivendicazioni (che hanno provocato ben due scioperi nazionali) degli Agenti ed Ufficiali della Polizia locale d’Italia e CHIEDE  alla Unione Europea iniziative tese ad indirizzare lo Stato italiano al riconoscimento della Polizia Locale quale Forza di Polizia con contratto di Diritto Pubblico e con la parificazione salariale, previdenziale, contrattuale e sostanziale a tutte le Polizie Civili del Paese.


Roma, 31 maggio 2016

 

in allegato: Petizione al Parlamento Europeo