Si.A.Po.L.
   Chi Siamo

   Segreteria generale

   Strutture regionali

   Statuto

   Modulo di iscrizione

   Concorsi

   Siti utili

Servizi
   Comunicati

   Circolari

   Contratti

   Convenzioni

   L'Opinione

   Leggi

   Rassegna Stampa

   Professionale

   Quaderno Sindacale

   Sentenze Consiglio di Stato

   Sentenze Corte Costituzionale

   Sentenze Corte di Cassazione

   Sentenze TAR e Corte Conti

   Sentenze Tribunale

   Ultime notizie

Home  E-Mail  Download Acrobat   Come raggiungerci

Equo indennizzo e spese di degenza per la Polizia Locale
Pubblicata la circolare relativa ai criteri e modalità di rimborso

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato la Circolare n.6 del 25 gennaio 2018 avente ad oggetto “Criteri e modalità di rimborso delle spese sostenute dai Comuni per la corresponsione al personale della polizia municipale dell’equo indennizzo e del rimborso delle spese di degenza per causa di servizio”.

Con la circolare si forniscono istruzioni e si riepilogano gli adempimenti da parte dei Comuni in merito alla corresponsione al personale della polizia municipale dell’equo indennizzo e del rimborso delle spese di degenza per causa di servizio.

Enti legittimati all’invio della certificazione, termini di presentazione e modalità di compilazione

Sono legittimati alla richiesta di rimborsi solo i comuni e l’invio del certificato è obbligatorio solo se si intende chiedere il contributo.
Le richieste da parte dei comuni,
modello “A” allegato al decreto interministeriale del 4 settembre 2017, devono essere inviate con modalità esclusivamente telematica, tramite il Sistema
certificazioni enti locali (Area Certificati TBEL, altri certificati), accessibile dal sito internet di questa Direzione Centrale, alla pagina
http://finanzalocale.interno.it/apps/tbel.php/login/verify entro le ore 24,00 del 31 marzo di ciascun anno, a pena di decadenza, con riferimento alle spese sostenute nell’anno precedente, salvo che per l’anno 2017 per il quale, l’arco temporale di riferimento è 22 aprile 2017 – 31 dicembre 2017.

E’ comunque data facoltà ai comuni che avessero necessità di rettificare il dato già trasmesso, di formulare, sempre telematicamente ed entro e non oltre il termine del 31 marzo di ogni anno, una nuova richiesta che annulla e sostituisce la precedente.

La certificazione prevede la firma del Segretario e del Responsabile del servizio finanziario., che assumono diretta e personale responsabilità circa la veridicità e l’esattezza dei dati ivi riportati.

 Leggi la circolare

 

Il decreto interministeriale era stato emanato a Settembre 2017

http://www.siapol.it/ftp/Decreto-Interm-equoindennizzo-04.09.2017.pdf